mariopuppa

PER FIRENZE, SI CAMBIA!

???????????????????????????????

Parte dalla piccola stazione ferroviaria di Poggio – Careggine – Vagli la campagna elettorale di Mario Puppa candidato al Consiglio Regionale nelle liste del Partito Democratico alle consultazioni del 31 maggio prossimo.

Un luogo non casuale per spiegare il senso di una scelta. Non la classica sede di un comitato elettorale o le comode poltroncine di un caffè all’aperto, ma un luogo simbolo che serve a rafforzare alcune proposte e un’idea di cambiamento che Mario vuol rappresentare.

“Il mio viaggio per Firenze prende il via da questa piccola stazione ferroviaria. La stazione di Poggio – Careggine – Vagli è un punto di congiunzione importante tra il mio Comune e il resto della Regione. E’ una delle tante fermate sulla linea ferroviaria Lucca – Aulla che ha sempre rappresentato e tutt’ora rappresenta la via di uscita dall’isolamento di questa terra.

Idealmente sarà come salire su un treno locale che farà tappa in tante stazioni e toccherà tutti i comuni della nostra meravigliosa provincia. Un modo per continuare, come ho sempre fatto, a confrontarmi con il territorio ed ascoltare i bisogni della gente, rispondere alle loro domande, mettersi in sintonia con le loro aspettative: il treno, per uno come me, che è stato pendolare per ragioni di studio e di lavoro, è sempre stato il mezzo ideale per conoscere il territorio e dialogare con le persone.

L’opportunità di questa candidatura la devo alla gente comune che ha apprezzato il lavoro che ho svolto nel mio piccolo Comune di Careggine. Da quella piccola realtà che tante soddisfazioni mi ha dato parte questa nuova avventura in direzione Firenze. Essere qui vuol dire anche sottolineare la mia intenzione di non voler cambiare registro e la voglia di presentarmi agli elettori determinato e saldamente ancorato ai valori che hanno caratterizzato da sempre il mio operato.

Il treno è l’emblema di chi ha la forza sempre e comunque di restare legato alle proprie radici e ai propri valori. Con il treno si parte, ma poi si ritorna. Il mio viaggio non sarà di sola andata; sarà il viaggio di un pendolare della politica che ogni giorno ritorna a casa per mettersi a disposizione dei cittadini.

Il treno è anche il mezzo che meglio di ogni altro rievoca le vicissitudini di chi si sposta per ragioni di lavoro e di studio, ma anche di chi arriva per godere delle straordinarie bellezze della nostra Provincia. E poi, grazie alla sua memorabile storia e all’arrivo dei nuovi treni, la nostra linea ferroviaria è simbolo nello stesso tempo di lotta e di speranza. Due termini che saranno da qui in avanti le parole d’ordine del mio lavoro.”

stazione 1

???????????????????????????????

???????????????????????????????

stazione 5

Agenda

Non ci sono eventi imminenti.

Seguimi su Google+